A MISANO TRE PODI IN DUE GARE, MA POTEVA ANDARE MEGLIO SE….

Il secondo appuntamento stagionale della Clio Cup Italia è stato per Essecorse positivo. Benché non sia arrivato il successo, la squadra di Stefano Secci ha dato una prova globale di solidità e competitività assoluta, portando i suoi Poloni, Pipolo e Rangoni nelle primissime posizioni. Essecorse a Misano ha raccolto tre podi, due con Poloni e uno con Pipolo.

Il potenziale delle Clio RS Turbo allestite da Essecorse è stato formidabile sin dalle prove libere, quando Luca Rangoni, Matteo Poloni e Guglielmo Pipolo hanno occupato le primissime posizioni, in particolare Poloni ha segnato il best lap nel secondo turno di prove libere.
In entrambi i turni di qualifica Poloni e Pipolo hanno ottenuto tempi rilevanti, con il primo che è stato due volte terzo, mentre Guglielmo ha ottenuto un quinto e quarto.

Luca Rangoni, al rientro, ha immediatamente trovato un ottimo feeling con vettura e team ed ha guadagnato la prima fila nelle seconde qualifiche. La retrocessione della vettura di Rangoni-Sartori in seguito alla mancanza di olio ( circa 100 grammi) nulla toglie alla magnifica prestazione del team e del pilota.
La serrata bagarre delle qualifiche ha visto anche Daniele Pasquali comportarsi egregiamente con un tredicesimo e un quattordicesimo tempo, ma soprattutto, Daniele ha fatto registrare tempi di rilievo, accusando distacchi minimi rispetto ai primi.

GARA-1. I portacolori di Essecorse, Pipolo e Poloni, hanno corso a stretto contatto con i due piloti che si sono alternati al vertice, Jelmini e Di Luca, non riuscendo a sopravanzarli. Sotto la bandiera a scacchi i nostri drivers hanno centrato entrambi il podio, con Pipolo che ha raccolto la piazza d’onore e Poloni, terzo, ha siglato il giro record della corsa, in 1’51.992.

Daniele ha lottato a centro gruppo e gli è sfuggita la zona punti per poco. Simone Sartori e Marco Parisini hanno terminato, rispettivamente, diciannovesimo e ventiduesimo.

GARA-2. La corsa è scattata in condizioni anomale, con partenza lanciata, a causa di un guasto al semaforo, in luogo della consueta partenza da fermo, adottata nella Clio Cup.
Oltre all’anomalia dello start la gara è stata neutralizzata con la safety car per ben due volte, riducendo il tempo effettivo di corsa a circa dieci minuti.

Nonostante la durata ridotta della gara sia Guglielmo che Matteo hanno lottato per il successo ed hanno concluso terzo e quarto. Matteo ha raccolto il secondo podio della giornata e si mantiene al vertice della classifica generale con il terzo posto.
Luca Rangoni, dall’ultima fila in cui è stato costretto a partire, a causa della penalizzazione subita in qualifica, ha compiuto una rimonta incredibile, concludendo ottavo, in zona punti. Per la gara di Luca resta il rammarico per le due safety car, senza le quali, chissà dove sarebbe arrivato?

Il terzo round della Clio Cup Italia è fissato per giugno sulla pista romana di Vallelunga. Prima di quella data Essecorse effettuerà test preparatori e riserverà interessanti sorprese ai suoi appassionati fans.

Stefano Secci – Team Owner Essecorse
“Tre podi non sono male, ma la cosa che più di tutti ci rende felici è la prestazione complessiva di ogni singolo pilota. Matteo, Guglielmo e Luca potevano salire sul podio e la vittoria non era lontana.

Personalmente mi rende contento vedere che i nostri, ottimi, piloti riescono ad esprimersi ad altissimo livello sulle Clio di Essecorse. Questo mi fa guardare con entusiasmo alle prossime gare, quando entreremo nella fase calda della stagione.
Adesso, prima della gara di Vallelunga, torneremo in pista per migliorarci ancora ed essere ancor più competitivi.”

Foto by Actualfoto